AIUTACI ANCHE TU! DONA IL 5x1000 a MARGHERITA C'È ANCORA VITA
C.F. : 94161500262

La casa di Margherita


L’idea di acquistare una casa vacanze per le famiglie con un figlio in cura per tumore è venuta a mia moglie Anna la scorsa estate, mentre cercavamo un immobile in affitto per garantire, proprio a talifamiglie, e nonostante il Covid 19, la possibilità di effettuare la vacanza di vita.


Ci sembrava un’impresa ardua, quasi impossibile da realizzare, ma poi, consapevoli dell’alto valore terapeutico di una simile esperienza, riconosciuto in primis dal Reparto di Oncoematologia Pediatrica del Cà Foncello di Treviso, del quale erano pazienti i giovani che avevano beneficiato della vacanza di vita nelle ultime due estati, ci siamo fatti coraggio. Abbiamo pertanto presentato l’idea al Team di medici di Treviso, chiedendo ed ottenendo il patrocinio della USLL2 di Treviso alla raccolta fondi finalizzata allo scopo.


E’ cosi iniziata la missione. I primi contributi sono arrivati grazie alle manifestazioni cui abbiamo partecipato:”Camminare per la Vita” e “A Cena di Note Musica che Accarezza”. La ripresa della pandemia non ha agevolato la raccolta fondi, ma i social media hanno dato spazio e visibilità all’iniziativa. Pian piano, come una formichina, con tante donazioni dirette (da parte di persone comuni, imprenditori, di associazioni ed enti...) ed indirette (attraverso l’acquisto di magliette, mascherine, portachiavi, focacce,...) siamo riusciti a mettere da parte 69.223,83€.


Durante tale percorso di raccolta fondi, l’AIL sezione di Treviso, nella persona del suo Presidente, il Sig. Ernesto Bosa, trovandosi in sintonia con il nostro sogno e sposando in pieno il nostro progetto, si è fatta avanti, garantendo i 280.000 euro necessari all’acquisto dell’immobile, individuato a Duna Verde.


Quindi? Proprio l’AIL di Treviso ha acquistato tale immobile, in primis per offrire alle famiglie, che ogni giorno affiancano il proprio figlio nella lotta contro il cancro, la possibilità di trascorrere una settimana di vacanza in questa casa al mare, comodo, confortevole, perfettamente attrezzata per tutte le situazioni e dotata di giardino e piscina, cosi facendo ha dato, a noi famiglia e amici di Margherita, la possibilità di “lasciar andare la nostra amata ragazza”, dedicandole questo luogo di serenità, dove, come era suo desiderio, “possa portare luce ai bambini che hanno paura del buio”


Ma gli aiuti sono continuati. Un giorno, a pranzo, ho incontrato l’amico Antonio Tiveron, titolare della Mand Group e del brand Minacciolo di San Biagio, che si è offerto, non solo di arredare gratuitamente tutta la casa con mobili di qualità e fatti su misura, ma di occuparsi anche dei complementi di arredo, dell’illuminazione, dei pavimenti, in modo tale che la casa di Margherita diventi un ambiente moderno, confortevole, sicuro, dove poter ristorare il corpo, nonché temprare e consolidare l’amore per la famiglia e per la vita.


E i soldi raccolti da Margherita C’è ancora Vita? Sono stati versati nel conto dell’AIL di treviso con due bonifici: uno di 59.223,83 dal crowfounding di CentroMarca Banca, e un altro di 10.000 direttamente come donazione della Fondazione Cuore Livio Mazzonetto di Trebaseleghe che ha desiderato essere con noi in questo importante progetto. L’intera somma sarà utile per i lavori di ristrutturazione della casa (tubature, impianto elettrico, infissi e serramenti). Della progettazione di tali lavori e della gestione delle maestranze che, una dopo l’altra stanno già lavorando al fine di ottimizzare e velocizzare al massimo i tempi, da permettere la fruizione dell’immobile fin dalla prossima estate, se ne è fatta carico l’architetto Silena Stefani. E’ una delle mamma che, con la sua famiglia ha vissuto lo scorso anno la vacanza di vita.


Per noi genitori e per l’Associazione Margherita c’è ancora vita non è stato semplice pensare ad un progetto, trovare la strategia per realizzarlo e, consentitemi, anche la forza di parlare sempre della nostra Margherita che, pur essendo una festaiola innamorata della vita, degli amici, della famiglia e della musica, era comunque una diciottenne riservata e gelosa del suo pensiero. Durante questi mesi abbiamo percepito l’affetto di tutti gli amici e delle molte persone che hanno avuto un pensiero per noi e per questo incredibile progetto. Abbiamo cercato per quanto possibile, di ringraziare direttamente tutti i sostenitori della casa di Margherita. Qualcuno non vuole essere citato e qualche altro non riusciamo a rintracciarlo per motivi di privacy, ma in cuor nostro sappiamo che un pezzettino di questa casa vacanze al mare, insieme alla nostra Margherita, è anche nel cuore di ognuno di loro. Vogliamo infine ringraziare pubblicamente chi, nel silenzio, ogni giorno cerca di aiutare qualcuno a stare meglio, a vedere un pò di luce in fondo al tunnel.


Con profonda gratitudine per quanto anche intimamente abbiamo ricevuto, “doniamo” il nostro progetto all’AIL di Treviso, che sarà per tutti il riferimento di questo luogo “magico”, del quale, ne siamo convinti, saprà prendersi cura, dispensando coccole e carezze. L’amore di Margherita per la vita si realizzerà così nell’incontro con le famiglie che vivranno la vacanza.


La Casa di Margherita potrà sempre contare su di noi, che continueremo pure a portare avanti progetti ed a sostenere l’Hospice Pediatrico di Padova “Casa del Bambino” e l’Oncoematologia Pediatrica di Padova e Treviso e le famiglie che vivono il percorso di cura di un figlio, colpito dal cancro, come Margherita C’è Ancora Vita.


30 maggio 2021



I NOSTRI PARTNER - In aggiornamento


ALCUNE IMMAGINI DELLA CASA - work in progress